Logo di Bitcoin
Aggiornamento 21 Febbraio 2014

Molte cose sono successe dall’ultimo aggiornamento. In primis e forse quella più sulla bocca di tutti, i problemi del terzo mercato di Bitcoin, ovvero MTGOX. Gia’ da fine Gennaio, qualcosa sembrava molto strana, poiché la volatilità dei prezzi era aumentata vistosamente e rispetto agli altri due maggiori mercati BITSTAMP e BTCE, i prezzi, raggiungevano anche i 70 dollari di differenza. Poi la doccia fredda (direi oggi ghiacciata) per gli utenti di MTGOX. Difficoltà che parevano passeggere sui bonifici in uscita dai propri conti in Bitcoin, si sono poi aggravate. Il prezzo del bitcoin ha quindi avuto un crollo che dal 7 febbraio scorso lo ha portato su MTGOX a meno di 100 dollari, mentre sugli altri 2 mercati che comunque hanno sofferto per l’accaduto, rimangono intorno ai 550 dollari. MTGOX è stato eliminato dal Bitcoin Price Index di Coindesk nel quale rimangono solo BITSTAMP e BTCE.
Per una panoramica sui prezzi guardate qui


Plus500
Aggiornamento del 28 novembre 2013:
Continua l’impennata del Bitcoin. La sua crescita “pare” inarrestabile e tutti corrono a comprare. Tutti? Qualcuno vende e non compra e lo dimostrano alcuni siti “specializzati” che chiudono le iscrizioni come venditore e presentano una bassissima quantità di bitcoin disponibile per l’acquisto.  Come dicevo, continuo a pensare che fino a quando lo si interprera’ come una alternativa al sistema e valuta “rifugio”, molti si faranno male e pochi guadagneranno. I maggiori scambi avvengono verso pochi indirizzi Bitcoin e molti di questi sono riferibili ad alcuni (pochi) agglomerati di giochi online (lotterie istantanee). Questa cosa fa pensare….
Qualcuno azzarda ad associare al Bitcoin, un sistema per “lavare” denaro. Non lo so (e sinceramente non mi interessa). Guardo solo l’aspetto rischio/rendimento. Vedo molto rendimento dal lato delle società che stanno nascendo come funghi per la gestione, il mining, lo scambio, i servizi correlati, il bancomat, e tutto cio’ che ruota attorno a questa cryptocurrency.  Ma vedo molto rischio dal lato dei compratori della Domenica (quelli che arrivano sempre dopo e generalmente invece del testimone, viene loro passato il cerino… già girato verso il basso)
E’ notizia proprio di questi giorni, infatti,  che uno dei siti piu’  usati per “conservare” i propri Bitcoin (chiamati wallet), sia stato attaccato e “pulito” per benino. Si tratta di BIPS. Dal quale sono stati “rubati” circa 1295 Bitcoin, per un valore ad oggi 28 novembre di circa 1,3 milioni di dollari. I proprietari dei Bitcoin, sono stati avvisati che non avranno un solo centesimo di Bitcoin rimborsato, perché sono al corrente che i rischi di furto ci sono. E’ stato loro consigliato, dalla società, di “suddividere” i loro Bitcoin i vari Wallet in modo da non correre il rischio di perdere tutto. Ma guarda un po’. La diversificazione anche nelle cryptocurrency. Ma allora???? Chi me lo fa fare. Oppure li “conservo” nel mio PC. Ma se si fulmina l’HD, perdo tutto. Oppure li conservo nello smartphone. E se lo perdo?
E’ sempre notizia di questi giorni (apparsa sul Guardian) che un ex-miner di Bitcoin, nel 2009, aveva nel suo Hd 7500 Bitcoin. L’Hd, senza backup, era stato poi danneggiato. Il valore, oggi, si aggira intorno a 7,5 Milioni di Usd, ma il suo hard disk è in una discarica. Provo ad immagirarmi il suo stato d’animo oggi….
Mah…
Sta di fatto che chi ha comprato l’11 novembre (data dell’ultimo aggiornamento, vedi sotto), oggi, se ha ancora il suo bitcoin, lo ha visto passare da 370 a oltre 1000 dollari…..
MTGOXUSD28112013
 


Plus500
Aggiornamento del 11 novembre 2013:
Bisognerà abituarsi alle montagne russe per le quotazioni del Bitcoin. Almeno finché non verrà “accettato” a livello mondiale come qualcuno prospetta.
bitcoin 11 novembre 2013
Secondo i dati forniti da Bitcoin Charts,  come visto il 3 ottobre, quando il prezzo era crollato a 110 Usd, abbiamo assistito ad una forte ripresa, con i dati dei forti acquisti sui mercati cinesi (http://federicoferro.tagliodipo.info/wp/2013/10/28/il-bitcoin-dilaga-in-cina/) e sulla spinta dell’euforia che ha portato una azienda a creare Bancomat per Bitcoin che qualcuno ha gia’ installato in Canada in alcuni locali. Gli  ATM consentono di scambiare Dollari Canadesi con Bitcoin e viceversa. Sabato 9, il prezzo era arrivato a sfiorare i 400 Usd, mentre il giorno dopo è crollato a quasi 290. Oggi, si assesta a 360 dollari circa.
Un noto analista finanziario, ha azzardato un target a circa 2800 volte il prezzo attuale, se dovesse essere paragonato all’oro e alla sua crescita futuro. Stiamo parlando di 1 milione di dollari. Fantascenza?
E chi lo puo’ dire? Potrebbe anche essere. Ma il mio parere resta quello espresso qui: http://federicoferro.tagliodipo.info/wp/2013/04/24/bitcoin-conviene-no-pro-e-contro-della-moneta-virtuale/
Se poi, qualcuno vuole “investire” qualche centinaio di euro per il suo figlio o nipote, potrei anche essere d’accordo, ma ricordo sempre, la grossa aspettativa del Linden Dollar (anche se di concezione completamente diversa), di Second Life, il mondo virtuale che aveva estasiato tutti qualche anno fa, ma che molte persone, non ricorderanno affatto o non ne avranno mai sentito parlare…
 


 
 
 Aggiornamento del 22 ottobre 2013:
Baidu (il Google cinese), quinto sito piu’ visitato al mondo, accetterà pagamenti in Bitcoin per il servizio Jiasule. E il Bitcoin decolla un’altra volta! (Oggi 22 ottobre 2013 siamo a 203 Usd per Bitcoin.)


 
 Aggiornamento del 3 ottobre 2013:
Fonte: WSI
A seguito dell’arresto di “Ross William Ulbricht, il ragazzo che gestisce “Silk Road Hidden Website”, quello che è stato definito dalle autorità “il mercato criminale online più completo e sofisticato” in circolazione”, il prezzo del BitCoin, valuta usata per le transazioni sul sito, “Il prezzo dei Bitcoin scambiati sulla piattaforma Bitstamp è crollato di anche il 33% dopo le notizie di cronaca giudiziaria giunte dagli Stati Uniti”.
Oggi alle 10.40 il prezzo di 1 Bitcoin è a 110 Usd. Fonte: http://markets.blockchain.info/


 
Aggiornamento del 19 agosto 2013:
Il ministro delle Finanze tedesco Frank Schaeffler, ha espressamente dichiarato che il Bitcoin potrà avere corso legale ed essere utilizzato nelle transazioni commerciali. Lo stesso ministro ha affermato “di essere un sostenitore di Friedrich August von Hayek e del suo schema di snazionalizzazione soldi” e che i “Bitcoin sono un primo passo in questa direzione.”.


 Aggiornamento del 30 luglio 2013:

Fonte: WallStreetItalia – Le attività di scambio del Bitcoin sono illegali in Thailandia.

Lo ha decretato la Banca Centrale del paese sull’assunto che, in assenza di leggi apposite e di normative che assicurino il controllo del capitale, i bitcoin non costituiscono una valuta.

La statuizione significa che è illegale comprare e vendere bitcoin, acquistare o vendere beni o servizi in cambio di bitcoin, inviare i bitcoin a qualcuno al di fuori della Thailandia, o ricevere bitcoin al di fuori del Paese.

La Banca di Thailandia ha detto che approfondirà ulteriormente la questione, ma non ha dato alcuna tempistica specifica a riguardo.


Plus500
Aggiornamento quotazioni del Bitcoin: 11 luglio 2013, viene scambiatoa circa 86 dollari.


Aggiornamento quotazioni e grafici del Bitcoin: oggi 3 giugno 2013, viene scambiato a 118 dollari. Vedi grafico dall’ultimo aggiornamento ad oggi.


Aggiornamento quotazioni e grafici del Bitcoin: oggi 8 maggio 2013, viene scambiato a 112 dollari


Aggiornamento del 24 aprile 2013: Su Pokerlistings.it trovate un mio commento sul Bitcoin alla domanda postami se conviene o no oggi investire sul Bitcoin, dove trovate anche i pareri di Francesco CarlàDream Theater (Intermarket&More),Michele Rovatti, Luciano Giovannetti (Vloganza.tv)


Aggiornamento quotazioni e grafici del Bitcoin: Oggi 19 aprile 2013, viene scambiato a circa 127 dollari (95 EUR).
La “valuta” virtuale piu’ in voga in questo momento, il Bitcoin, ha toccato il suo massimo il giorno 10 aprile 2013 quando per 1 bitcoin, servivano 266 Dollari USA ( 203 euro)     e il suo minimo 6 giorni dopo, il 16 aprile, quando ha toccato i 50 dollari (37,3 euro)!!
Questi dati li potete trovare su Mt.Gox, il piu’ conosciuto mercato dove si possono acquistare e vendere i Bitcoin. Nel 2011 scambiava circa l’80% delle transazioni in Bitcoin.
 

Plus500
Articolo originale del 21 marzo 2013:

Sto seguendo, per motivi professionali, quello che sta accadendo in quell’isola di Cipro, della quale si conosce il nome ma non sempre si ha idea di dove sia esattamente (parlo di me…).So che è sotto la turchia, sopra l’Egitto, che è piu’ o meno grande come Creta e che una marea di società di Gaming on line, di Forex, di Opzioni Binarie ha sede proprio li. (chissa perche?)

Quello che si prospetta, lo sapremo solo Lunedi o Martedi prossimo, data dell’ultimatum della BCE. Le banche restano chiuse. E i risparmiatori restano fuori.

Non sto qui a dirvi cosa causa nelle persone questo tipo di notizie, perche’ lo sapete anche voi. Ieri sera parlando con una persona che ha piu’ di 80 anni, mi diceva “Chi che no ga schei alla fine sta meio de chi che ghe na’ tanti”.  (Tradotto dal dialetto: “Chi non ha soldi, alla fine sta meglio di chi ne ha tanti”). Stanotte ho pensato e ripensato a questa frase. 

Io che mi occupo di risparmi e investimenti per la clientela, sono a contatto con una varietà di modi di pensare e questo è un arricchimento per me che non ha prezzo. Imparo a conoscere la gente e in questi anni ne ho conosciuta davvero tanta, per vari motivi. Ho imparato che ci sono cose oggettive che accomunano piu’ persone, ma condizionamenti mentali che restano soggettivi, quasi direi imposti a livello genetico. Cose che è difficile poter rimuovere o modificare. Non serve. E’ tempo sprecato per loro e per me. Ringrazio sempre pero’ tutte queste persone per il bagaglio di esperienza che mi donano ogni giorno. Un arricchimento continuo.

Tralasciando il discorso relativo ai conti correnti contenenti denaro riciclato, tralasciando anche la domanda lecita del tipo “ma perche’ devi tenere 100.000 euro su un conto corrente”,  quello che rischia (non è ancora definitivo) di colpire a “tradimento” le tasche dei risparmiatori Ciprioti  (dei correntisti, visto che si tratta di una imposta sui saldi dei conti correnti), è pero’ una cosa OGGETTIVA. Lo percepiscono tutti. E’ trasversale, senza confini geografici, politici. E’ espresso in una lingua che tutti capiscono. Colpisce il portafoglio. Colpisce quella cosa che è il frutto dell’alzarsi la mattina presto, produrre un bene o un servizio per qualcuno, faticando fisicamente o intellettualmente e del ritornare a casa la sera, dalla propria famiglia, sapendo che quello che si mangera’ a tavola lo si ha grazie a quello sforzo e per mezzo di quello strumento: il denaro.

“Bloccando” di fatto la movimentazione sui conti correnti fino a nuovo ordine, il correntista è spiazzato. Chi ha denaro in tasca, a casa, sotto il materasso, si sente in qualche modo protetto da questo “esproprio forzato”.

Leggo i giornali di Cipro tramite un sito che li elenca tutti e poi procedo ad una traduzione googlesca in qualche modo comprensibile. Testimoniano il fatto cosi’ come lo vediamo noi. Purtroppo non possiamo pero’ avere una idea precisa dei disagi che stanno verificandosi. Mi piace un articoletto che riporta piu’ o meno “Non verrà tolta la corrente a chi non ha potuto pagare la bolletta per quanto successo”. Meno male….

Poi passo, sempre durante la notte, in rassegna le domande (per telefono, agli appuntamenti) delle persone, dei clienti. Puo’ succedere anche in Italia? Alla quale mi rispondo dicendo. Un cipriota, 10 anni fa, avrebbe mai detto che sarebbe successo?

Alternative? Svizzera? Altri stati Europei, Immobiliare Usa, Paesi emergenti? Leggo ogni giorno report vari. Ce ne fosse uno che concorda con gli altri. Ci fosse una linea comune per poter aiutare chi vuole informazioni e chi vuole salvaguardare il suo denaro. Cosi’ la gente finisce per fare da soli (almeno se sbaglio è colpa mia..). E noi siamo qua in prima linea, cercando di dare consigli o di capire cosa succede il giorno dopo, con tutti i rischi che la predizione del futuro… comporta.

Per tornare al titolo del post (perche’ stavo andando fuori tema, ma ci ritornero’ ancora), volevo evidenziare che qualcosa si muove in ambito di moneta complementare o addiritura elettronica o digitale.

Cos’e’ questo benedetto BITCOIN di cui si parla sempre piu’ spesso?

Il bitcoin, stando a Wikipedia è:

Bitcoin è una moneta elettronica creata nel 2009 da un anonimo conosciuto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Il nome Bitcoin si riferisce anche al software open source progettato per implementare il protocollo e la rete peer-to-peer che ne risulta.

A differenza della maggior parte delle valute tradizionali, Bitcoin non fa uso di un ente centrale. Bitcoin utilizza un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni e sfruttano la crittografia per implementare le caratteristiche più importanti come il fatto di permettere di spendere bitcoin solo al legittimo proprietario, e di poterlo fare una volta sola.


La progettazione di Bitcoin prevede il possesso ed il trasferimento anonimo delle monete. I bitcoin possono essere salvati su di un personal computer sotto forma di portafoglio o mantenuti presso terze parti che svolgono funzioni simili ad una banca. In ogni caso i bitcoin possono venir trasferiti attraverso Internet a chiunque disponga di un indirizzo bitcoin. La struttura peer-to-peer della rete bitcoin e la mancanza di un ente centrale rende impossibile per qualunque autorità, governativa o meno, di manipolare il valore dei bitcoin o di introdurre inflazione creando nuova moneta. (…)

 

Beh signori, quello che fa un po’ drizzare le orecchie è l’impennata del Bitcoin rispetto al Dollaro.  Oggi, mentre scrivo, viene scambiato a 68, 31 Dollari per Bitcoin. Una settimana fa, 1 bitcoin valeva 47,11 dollari.

Vi allego il grafico ad un anno (fonte Coinbase)
 

bitcoin

Ora, pare proprio che l’impennata piu’ elevata la si sia avuta in questi giorni, con questi fatti.

Dove arriverà? Potrebbe essere l’alternativa al sistema bancario per come lo conosciamo oggi?

Esistono gia’ forme di moneta complementare nel mondo e anche in Italia (ad esempio lo SCEC). Queste, generalmente, nascono nei periodi di crisi economica e si avvalgono di reti di consumatori-produttori, dentro ai quali viene accettata e distribuita per ovviare al calo del potere di acquisto, e utilizzata generalmente per beni di primaria necessità ma non solo. Tornero’ anche su questo argomento.

Plus500

Alcune fonti per approfondire:

Il Bitcoin : https://it.bitcoin.it/wiki/Pagina_principale

Cambio Bitcoin/Euro:  http://it.coinmill.com/BTC_EUR.html

Cambio Bitcoin/Usd: http://it.coinmill.com/BTC_USD.html

Grafici bitcoin: http://bitcoincharts.com

Compra vendita bitcoin: https://localbitcoins.com

ricerche:

dove comprare bitcoin

dove vendere bitcoin

come funziona il bitcoin

grafico bitcoin 2012 2013

Una interessante pubblicazione della Banca Centrale Europea sugli “Schemi di Meneta Virtuale” nella quale vengono citati anche, e soprattutto i Bitcoins. (Pdf in Inglese) http://www.ecb.int/pub/pdf/other/virtualcurrencyschemes201210en.pdf

Su Pokerlistings.it trovate un mio commento sul Bitcoin alla domanda postami se conviene o no oggi investire sul Bitcoin dove trovate anche i pareri di Francesco Carlà, Dream Theater (Intermarket&More),Michele Rovatti, Luciano Giovannetti (Vloganza.tv)

 



Nessun commento

Lascia un commento